Al porto di Catania il più grande murales del mondo.

street Art
opera di Vhils al porto di Catania

Il porto di Catania che si pone al centro del bacino del Mediterraneo, un porto importante non soltanto dal punto di vista commerciale , ma anche da un punto di vista turistico, le stime per il futuro sono piuttosto incoraggianti infatti le autorità portuali stimano per quest’anno l’arrivo di oltre 70 navi da crociera con lo sbarco di oltre 250mila passeggeri, e tutti i turisti che arrivano possono ammirare il murales che un artista portoghese di nome Vhils ha realizzato per la città di Catania. Read more

2° Itinerario culturale città di Catania: da Piazza Duomo al Giardino Bellini

Partendo da piazza Duomo proseguire per via Etnea dove possiamo soffermarci e vedere:

  • Palazzo degli Elefanti
Palazzo degli Elefanti
Palazzo degli Elefanti
  • le statue e i palazzi di piazza Università

  •  palazzo Università 
  • palazzo San Giuliano
Palazzo San Giuliano
Palazzo San Giuliano
  • Chiesa  La Collegiata

 

  • Quattro Canti
  • palazzo San Demetrio 
4 canti Catania
  • palazzo del Governo
  • Chiesa dei Minoriti

Giunti a piazza stesicoro, osservare il monumento a Vincenzo Bellini,

Monumento al Bellini in piazza Stesicoro
Monumento al Bellini in piazza Stesicoro
  • Palazzo Beneventano
  • Palazzo Tezzano,
  • l’anfiteatro romano con la scritta agatina “Per me civitas Catinensium sublimatur a Christo”, (Per mezzo mio la città dei Catanesi è innalzata al cielo da Cristo);

 

  • anfiteatro Romano
    anfiteatro Romano

    luoghi agatini (Chiesa di San Biagio, il Santuerio del Santo CArcere, nonchè l’olivo di Sant’Agata.

Anfiteatro romano e Chiesa San Biagio
Anfiteatro romano e Chiesa San Biagio

 

anfiteatro
anfiteatro

Proseguendo per vi Etnea incontriamo:

  • Palazzo Grado a sinistra con angolo via Pacini
  • Palazzo delle Poste , all’angolo con Villa Bellini
  • Palazzo Pancari, angolo via Umberto
  • Villa Bellini: bellissima la vasca dei cigni, l’orologio floreale e i busti di Bellini e di Angelo Majorana, percorrere il Viale degli uomini illustri, fino alla statua di Giuseppe Mazzini
villa Bellini
villa Bellini

1° Itinerario culturale città di Catania : Da piazza Duomo al Rotolo

Itinerario culturale “Da Piazza Duomo al Rotolo”

Per questo itinerario è prevista una durata di circa 6 ore.

Come primo itinerario, si consiglia la visita di Piazza Duomo e dei suoi monumenti.

Si comincia dalla Statua dell’Elefante, e poi al Palazzo degli Elefanti, (sede del municipio di Catania) entrati nell’ androne, si noteranno le due “Carrozze del Senato”, che si adoperano in occasione della festa di Sant’Agata; al primo piano nel salone dei ricevimenti ,si trova il maestoso quadro”Restauratio aerarii” di Giuseppe Sciuti da Zafferana Etnea; e nel corridoio sono esposti i ritratti dei Sindaci Catanesi.

Usciti dal Palazzo degli Elefanti si osserva Palazzo Zappalà, dalle porte cosi larghe, per consentirvi l’ingresso dei carri dei mercanti, che esponevano le loro mercanzie nella piazza.

Gli altri monumenti della piazza sono:

  • Palazzo Pardo: all’angolo con via Garibaldi, dal tipico barocco fiorito catanese.
  • Fontana dell’Amenano : che i catanesi chiamano l’acqua ‘o linzolu, per la caduta uniforme dell’acqua dai bordi della vasca .
  • Palazzo del Seminario dei Chierici: con interessanti epigrafi storiche.
  •  Duomo: con le sue absidi normanne, e la Badia di Sant’Agata, splendido esempio dell’architettura settecentesca di G.B Vaccarini.

Partendo sempre da piazza Duomo, si consiglia la visita a:

  • Porta Uzeda.
  • Villetta Pacini
  • Fontana di Sant’Agata.

Preoseguiamo per  piazza San Placido, si percorre la zona della “Civita”, osservando:

  • La Chiesa di San Placido
  • Palazzo Biscari
  • La casa di Sant’Agata
  • Palazzo Valle
  • Colleggio Cutelli
  • Palazzo Reburdone
Palazzo Biscari Catania
Palazzo Biscari Catania

Visitiamo  Piazza dei Martiri ,con epigrafi risorgimentali, e la statua di Sant’Agata, innalzata su una colonna dal Teatro romano.

Continuando dalla piazza dei Martiri si consiglia di:

Percorrere la passeggiata a mare, con la visione del porto, e della scogliera dell’Armisi;

  • Via VI Aprile: osservare la statua del “Ratto di Proserpina” dello scultore Giulio Moschetti;
  • Viale Africa : per osservare Le Ciminiere delle antiche raffinerie di zolfo, oggi utilizzate per manifestazioni artistiche e culturali;
  • Piazza Europa e litoranea : osservando la bella statua della donna “Romantica” di Francesco Messina, che i catanesi hanno ribattezzato “la sirenetta di Catania”.
Ratto di Proserpina
Ratto di Proserpina

Le Garitte spagnole, costruite sulla lava, le sciare del Rotolo, di cui parla Verga nei suoi “Malavoglia”.